IN DIRETTA
La fine e l’inizio con i BERLINER e i WIENER!

Cari Amici,
domenica 31 dicembre alle 17 e lunedì 1 gennaio alle 11 vi invitiamo alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio) per festeggiare con due tra i più bei concerti dell’anno la fine del 2017 e l’inizio del 2018. Entrambi i concerti sono contraddistinti da un programma leggero ma di altissimo livello che vi assicureranno gioia e spensieratezza, ma anche bellezza e un pensiero di riflessione. Entrambe le occasioni quest’anno saranno particolarmente importanti.

I Berliner Philharnoniker (domenica 31 dicembre alle 17 termine ore 19) saranno diretti da Sir Simon Rattle e sarà l’ultima volta che il baronetto di Liverpool dirigerà questo concerto, visto che a partire dal 2018 cederà lo scettro a Kirill Petrenko. Sarà forse per questo che Sir Simon ha scelto un programma innervato sulla danza russa. Un repertorio che Rattle ha saputo dirigere con raro virtuosismo.

I Wiener Philharmoniker (lunedì 1 gennaio alle 11 termine ore 13) invece saranno diretti da Riccardo Muti: un formidabile direttore di walzer viennesi, che torna in questo repertorio dopo un’assenza lunga 13 anni. Nel 1993, 1997, 2000 e 2004 ha firmato esecuzioni d’eccezione di questo tutt’altro che facile concerto, paragonabili a quelle di Herbert von Karajan (1987), Carlos Kleiber (1989 e 1992) e Nikolaus Harnoncourt (2001 e 2003), cioè alle più grandi.

Aggiungiamo l’inimitabile atmosfera di amicizia, piacere e un pizzico di cultura della Casa della Musica
Vi invitiamo a questi momenti di pura gioia!!!
Gli Amici della Musica HvK

I PROGRAMMI

Domenica 31 dicembre ore 17 (termine ore 19)
Casa della Musica
(via Lampugnani, 80, Desio)
IN DIRETTA
dalla Philharmonie di Berlino

SILVESTERKONZERT 2017
CONCERTO DI SAN SILVESTRO

The Golden Age
Shostakovich, Dvorak, Stravinsky, Bernstein
Berliner Philharmoniker
Joyce Di Donato, soprano
Sir Simon Rattle, direttore

 

Non è mai una cosa scontata entrare in questa sala. Così Joyce di Donato ha commentato il suo ingresso alla Philharmonie di Berlino, la magica sala – tuttora avveniristica dopo oltre 50 anni – voluta da Herbert von Karajan. Il programma del Festival di San Silvestro 2017 – l’ultimo con Sir Simon sul podio – si apre con l’Ouverture Carnival di Antonín Dvořák, un’opera che fa parte di una trilogia di Ouverture con aspirazioni filosofiche. Nella trilogia, il compositore ceco riassume gli aspetti più importanti dell’esistenza umana nella musica: la natura, la vita e l’amore. In Carnevale, Dvořák celebra la gioia di vivere con suoni inebrianti ed effervescenti. Nel Pas de deux del balletto Apollon musagète che ricorda il valzer viennese, Igor Stravinsky, creatore di opere così energiche come L’Oiseau de feu e Le Sacre du Printemps, il compositore russo mostrerà invece il suo lato elegante, spensierato e tenero. Negli episodi di danza del suo musical On the Town, Leonard Bernstein evoca atmosfere ispirate al jazz. Il gioco parla delle avventure amorose di tre marinai che scendono a terra a New York per 24 ore. Il piatto forte del concerto sarà però la suite del balletto The Golden Age, in cui Dmitri Shostakovich usa arguzia, ironia e sarcasmo per fare ironia sullo stile di vita dei cosiddetti “ruggenti anni Venti”: una critica sociale in modo umoristico. Un’atmosfera perfetta per salutare l’anno che sta finendo.

Lunedì 1 gennaio ore 11 (termine ore 13)
Casa della Musica
(via Lampugnani, 80, Desio)
IN DIRETTA
dalla Sala d’Oro di Vienna

NEUJAHRKONZERT 2018

WIENER PHILHARMONIKER
RICCARDO MUTI

Il 1 ° gennaio 2018, i Wiener Philharmoniker eseguiranno il Concerto di Capodanno: il concerto dei concerti di musica classica. Sul podio un grande ritorno: RICCARDO MUTI. Il grande maestro napoletano è un formidabile direttore di walzer viennesi e ha una collaborazione con i Wiener lunga cinquant’anni, iniziata con Herbert von Karajan. Muti dirige questo prestigioso evento per la quinta volta dopo il 1993, 1997, 2000 e 2004. Come sempre, Muti cercherà tra le pieghe del repertorio i brani più rari, alternandoli a brani famosi di cui è travolgente e sensibilissimo interprete.

EPIFANIA CON L’OPERETTA
Sabato 6 gennaio ore 15.30
Casa della Musica
(via Lampugnani, 80, Desio
IL FASCINO DELL’OPERETTA
Jacques Offenbach

LA BELLE HELENE

Jacques Offenbach, sei anni dopo aver messo alla berlina gli dei dell’Olimpo, torna a farsi beffe del Mito Greco, prendendo per le corna il mito dei miti: la sciantosa Elena, che fa diventare matti tutti gli eroi greci, trasformandoli in… salami cascamorti, pronti a gettare alle ortiche gli impegni eterni. Nel mirino del giocoso compositore e della coppia di killer da lui assoldati, gli impenitenti librettisti Halevy e Meilhac, c’è però la società del tempo: i vincenti del Secondo Impero, senza timori reverenziali per Zeus in persona, alias Napoleon III. Se Mark Minkowski affronta la partitura con mano leggera, è Laurent Pelly a ridare vita agli irrequieti dei greci, risvegliati a nuovi tormenti da un campo archeologico dopo duemila anni di noia… Impossibile affrontare il 2018 infelici, dopo averla ascoltata!!

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento