Dal Nuovo Mondo. Fidelio di Beethoven

Cari Amici,

domenica 12 dicembre alle 15 alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio) vi proponiamo il Fidelio di Beethoven: il titolo con cui pochi giorni fa il Teatro La Fenice di Venezia ha aperto la sua Stagione 2020-2021. A ridosso del 250 beethoveniano (1770-2020) vorremmo proporvi la visione e l’ascolto dell’unica opera composta da Ludwig van Beethoven: uno dei maggiori capolavori del teatro lirico di tutti i tempi.

Edizione storica

Ve la faremo assaporare in un’edizione storica e leggendaria: quella caratterizzata dalla carismatica figura di Leonard Bernstein. Uno dei più elettrizzanti interpreti di questa partitura, nelle cui corde albergavano anche tutti i motivi ideali dell’opera.

Alla fine degli Anni Settanta, alla Staatsoper di Vienna, il maestro americano realizzò con i Wiener Philharmoniker – sua orchestra prediletta – una celebre edizione con Gundula Janowitz, René Kollo e Lucia Popp e la regia e le scene di Otto Schenk. Un’edizione di grande fascino che – seguendo la lezione di Gustav Mahler – media le tre versioni elaborate da Beethoven: 1805, 1806 e 1814.

Pièce à Sauvetage

Nell’unico suo titolo operistico, Beethoven scelse il genere – già arcaico ai suoi tempi – del Singspiel, proponendo una tipica pièce à sauvetage: il salvataggio del protagonista che giunge con un colpo di scena e solo alla fine e grazie a un enorme gesto di coraggio, suscitando suspence ma anche profonda ammirazione. Il soggetto dell’opera comique di Gaveaux del 1798, Leonore ou l’amour coniugal si ispira a un fatto realmente accaduto negli anni del Terrore succeduto alla Rivoluzione Francese: sul libretto di quest’opera, scritto da Bouilly, fu ricavato quello del Fidelio. Evidente il modello del Flauto Magico di Mozart: anch’essa un’opera «salvifica» e valoriale. Forte anche l’esempio di Cherubini, compositore molto ammirato da Beethoven.

Opera Valoriale

Con una musica di crescente spiritualità Beethoven propose una vera e propria meditazione sulla condizione umana che trascende ogni genere operistico e crea un capolavoro musicale sui generis e assolutamente unico. Lo proponiamo a ridosso del Natale come una vera e propria «meditazione musicale».

Vi aspettiamo!
AMICI DELLA MUSICA Herbert von Karajan ETS

Facebooktwittermail

Lascia un commento