Lucerne Festival 2015
Mozart e Haydn, una Sinfonia Immaginaria

lucerna1

Cari Amici,
sabato 26 settembre alle 20.30 vi aspettiamo alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio). Presenteremo il secondo prestigioso festival estivo dedicato alla musica classica: il LUCERNE FESTIVAL. Si tratta senza dubbio della più prestigiosa rassegna mondiale dedicata alla musica sinfonica. In un mese, sul palcoscenico della splendida Salle Blanche del KKL – capolavoro di architettura contemporanea ideato da Jean Nouvel sul Lago di Lucerna – si alternano le più prestigiose orchestre e i migliori direttori del mondo.
Presenteremo uno dei concerti più interessanti della stagione, registrato il 2 settembre scorso. I Berliner Philharmoniker, diretti da Sir Simon Rattle, proporranno un programma dedicato al cuore e agli autori simbolo del Classicismo Viennese: MOZART e HAYDN. Se Rattle ha sempre mostrato una notevole congenialità con i due giganti austro tedeschi, I Berliner da sempre hanno nel sangue questo repertorio.
Assai originale il programma: Rattle ha “impaginato” con la sua orchestra un viaggio immaginario nel mondo poetico di Haydn. Quello che ascolterete è una vera e propria sinfonia immaginaria, nata “cucendo” insieme gemme di capolavori haydinani: dalle sinfonie 45, 64 e 90, dalla Creazione e dalle Sette Ultime Parole di Cristo sulla Croce. Un sinfonia che Haydn non ha mai scritto, ma che pure conserva una profonda verità artistica. Più tradizionale la seconda parte del concerto: la Sinfonia Concertante K 364 per violino, viola e violoncello, anch’essa nata dalla fusione di tre mondi poetici e dal suggestivo “dialogo” di tre strumenti solisti: il violino, la viola e il violoncello.
Rattle si è ispirato a un gioco molto in voga ai tempi di Haydn. E sarà una sorpresa assoluta scoprire cosa accadrà alla fine del concerto. Anche in questo caso, l’idea è di ricollegarsi idealmente alla tradizione dei concerti viennesi dell’età classica, quando la musica era scoperta, gioco e meraviglia.

IL FESTIVAL DI LUCERNA E I BERLINER – Fu Herbert von Karajan a rendere i Berliner Philharmoniker una presenza fissa a Lucerna. Il grande maestro austriaco arrivava a Lucerna il 31 agosto e il 1 settembre. E ancora oggi i Berliner hanno mantenuto questa consuetudine. Karajan amava iniziare il suo anno di lavoro proprio con la tournée sul Lago di Lucerna, che seguiva solo di poche settimane il suo impegno al Festival di Salisburgo.
A partire dal 1998 il Festival di Lucerna poté contare su un’altra figura altamente carismatica: quella di Claudio Abbado. Il grande direttore milanese inaugurò proprio con un concerto dei Berliner la nuova sala del KKL: la stupenda sala tutta bianca, dall’acustica prodigiosa, ideata da Jean Nouvel come una sorta di nave attraccata sul Lago dei Quattro Cantoni. Abbado si legò a doppio filo con Lucerna, regalando a questo Festival gli ultimi dieci anni della sua carriera. Ricreata la Lucerne Festival Orchestra con i migliori solisti giunti da tutto il mondo per “fare musica insieme” con Claudio Abbado, diede vita a numerosi, memorabili concerti. Oggi la sua eredità è stata raccolta da un altro italiano: Riccardo Chailly. E un grande italiano fu il fondatore dello stesso Festival: Arturo Toscanini, nel 1938, trovò rifugio qui dal nazifascismo.

Vi aspettiamo a un concerto meraviglioso!!
Gli Amici della Musica

Il Programma
26 settembre 2015 ore 20.30
Casa della Musica, Desio

Franz Joseph Haydn

Una Sinfonia Immaginaria

Un viaggio orchestrale immaginario nato dalla fusione di brani tratti dalle sinfonie numero 45, 64 e 90, dalla Creazione e dalle Sette Ultime Parole di Cristo sulla Croce
Wolfgang Amadeus Mozart

Sinfonia concertante for violin, viola and orchestra in E flat major K. 364

Orchestra Filarmonica di Berlino
Sir Simon Rattle, direttore
LUCERNE FESTIVAL 2015, KKL di Lucerna

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

Lascia un commento