EVENTO SPECIALE
STRADIVARI “LE NOIR”
un violino leggendario dal vivo!

noir2

Cari Amici,
domenica 4 dicembre alle 15.30 (con replica alle 17.30) (Circolo Culturale Pro Desio (via Garibaldi, 81, Desio) vi invitiamo a un evento straordinario e unico: avrete la possibilità di ascoltare dal vivo il suono magico, unico e inconfondibile dello STRADIVARI “LE NOIR”: uno dei più famosi e pregiati violini Stradivari di tutti i tempi.

UN VIOLINO LEGGENDARIO – Costruito dal grande liutista di Cremona Antonio Stradivari (1644-1737) nel 1721, il violino è appartenuto al celebre violinista Jean-Marie Leclair (1697-1764). Misantropo e ipocondriaco,venne ucciso con una pugnalata nella schiena, nel 1764, da un sicario rimasto ignoto. Il corpo del musicista fu ritrovato dopo circa due mesi dall’evento. Prima di morire Leclair si era trascinato verso lo strumento afferrandolo con forza: il violino rimase stretto nelle sue mani per questo lungo periodo, tanto che rimasero indelebili due macchie nere (la foto mostra quella lasciata dalla mano sinistra). E’ a seguito di tale evento che lo strumento è stato denominato Le violon noir. Nessun tentativo di restauro è mai riuscito a cancellare tali macchie, rimaste indelebili.

GUIDO RIMONDA, EREDE DI LE CLAIR DAL VIVO A DESIO – Il violino, dal suono fantastico e emozionante, nel corso dei secoli è passato a numerosi musicisti, fino ad arrivare alcuni anni fa a Guido Rimonda, uno dei migliori violinisti italiani, che lo ha ottenuto in dono dai facoltosi proprietari. Sarà possibile ascoltare dal vivo, a Desio, il suono unico di questo strumento, in un concerto dal vivo con Guido Rimonda (violino) e Cristina Canziani (pianoforte).

PAGANINI, VIOTTI E TARTINI IN UN CONCERTO NOIR – Sarà possibile ascoltare un concerto ricco di brani famosi come “Il Trillo del diavolo” di Niccolò Paganini (1782-1840), o “Meditazione in preghiera” di Giovanni Battista Viotti (1755-1824). Un brano così commovente che si dice abbia cancellato una condanna al patibolo già scritta. Viotti tra l’altro è probabilmente l’autore della Marsigliese: l’inno di Francia. E ancora di Paganini “Le Streghe” e il Capriccio ‘La risata del diavolo’, il “Concerto lugubre” di Luigi Giannella (1778-1817) e la “Sonata del diavolo” di Giuseppe Tartini (1692-1770). E infine una riduzione per pianoforte solo della “Danza degli spiriti beati” di Christoph Willibald Gluck (1714-1787). Tra un brano e l’altro, in un’atmosfera a metà tra magia e mistero, Guido Rimonda racconterà l’affascinante storia di uno strumento unico, scampato a guerre e rivoluzioni, e passato tra le mani dei più affascinanti violinisti, fino a noi.

COME PARTECIPARE – Per partecipare a questo evento musicale è OBBLIGATORIO effettuare la prenotazione del proprio posto scrivendo una mail (marco.mologni@gmail.com) oppure con una telefonata (339-1352286). I posti sono limitati. C’è anche la possibilità di prenotare i Cd Decca di Guido Rimonda. Chi compra il cd avrà la possibilità di incontrare il Maestro e farsi autografare i propri cd.

Vi aspettiamo a questo grande momento musicale!!
Gli Amici della Musica HvK

Facebooktwittergoogle_plusredditpinterestlinkedinmail

Lascia un commento