Prima alla Scala
Andrea Chénier in Diretta

Cari Amici,
giovedì 7 dicembre vi invitiamo alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio). Vi invitiamo ad ascoltare con noi uno dei momenti musicali più intensi e importanti dell’anno: la PRIMA ALLA SCALA. La Casa della Musica aprirà alle 17. Alle 17.30 vi offriremo una presentazione dell’opera (insieme ad altro materiale di approfondimento) molto accurata. La Diretta sarà proiettata con schermo cinematografico, immagine in HD e impianto stereo a otto canali.

ALLESTIMENTO NUOVO E IMPORTANTE – La produzione offerta dal Teatro alla Scala si preannuncia importante. Andrea Chénier, capolavoro del verismo italiano tra i più amati andato in scena per la prima volta nel 1896, manca al Piermarini da 32 anni. Riccardo Chailly, al suo terzo allestimento, è un direttore ideale in questo repertorio. Con lui Anna Netrebko, il tenore Yusif Eyvazov e Mario Martone, un regista specializzato in affreschi storici: buona scelta per un titolo ambientato nella Rivoluzione Francese.

SONTUOSA CENA BUFFET – All’intervallo vi serviremo una sontuosa cena buffet, ricca di cibi e vivande fatte in casa, con vini di qualità (contributo richiesto per la cena: euro 10. Gratuito per under 30). Seguiranno i dolci, sempre di casa.

LA PRIMA IN UN CLIMA DI PASSIONE, PIACERE E QUALITA’ – Vi offriamo la possibilità di vivere un evento di alta cultura con qualità e competenza, in un clima di piacere, e con la possibilità di condividerla in un clima di calore, amicizia, ma anche passione, per l’opera lirica. Sarà presente l’intera discografia audio e video di Andrea Chenier.

LA PRIMA DAL VIVO – E il 2 gennaio 2018 alle 20, vi offriremo la possibilità di ascoltare l’opera Andrea Chenier dal vivo al Teatro alla Scala con posti di qualità e una riduzione del costo del biglietto di oltre il 50%.

E’ RICHIESTA GENTILE PRENOTAZIONE – Per organizzare un momento di qualità vi chiediamo di prenotare il vostro posto scrivendo o telefonando (marco.mologni@gmail.com 339-1352286).

Gli Amici della Musica HvK

Guarda il programma di Dicembre della Casa della Musica

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

NOVECENTO
La Nona Sinfonia di Gustav MAHLER

Cari Amici,
sabato 28 gennaio alle 20.30 vi invitiamo alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio) per ascoltare la Nona Sinfonia di Gustav Mahler. Diretta da Claudio Abbado, sarà un’occasione per ricordare il direttore milanese: il suo esempio di uomo e di artista è per noi continua fonte di ispirazione. Ascolteremo e vedremo l’esecuzione firmata da Abbado al Parco della Musica nel 2004 con la Gustav Mahler Jugendorchester: una delle “orchestre di precisione” create dal grande interprete. Abbado diresse e incise per tre volte il capolavoro «finale» negli ultimi quindici anni della sua vita: prova di quanto questa partitura (registrata in totale quattro volte) sia centrale nel suo itinerario artistico.

Mahler non visse abbastanza a lungo per poter ascoltare la sua Nona Sinfonia. Scritta nell’estate del 1909, ultimata l’anno seguente, è il saluto alla vita del compositore boemo. Si apre con uno dei movimenti più ricchi e complessi su cui Mahler si sia mai cimentato, che esprime un’intensa catarsi purificatrice del dolore e della disperazione. Il secondo movimento si impernia su una serie di danze – da quelle goffe di paese ai ritmi frenetici, ai balli più delicati) – mentre il terzo si lancia in impetuosi tentativi di apparire brioso. Nell’Adagio conclusivo si alternano momenti di sincera consolazione e di desolata solitudine, che sfumano gradualmente nel silenzio in un modo che non ha eguali nella storia della musica.

Claudio Abbado è stato a lungo un convinto e impegnato sostenitore dell’arte di Gustav Mahler ma nella Nona Sinfonia raggiunge l’apice della sua capacità di interprete mahleriano. La sua lettura invita a concentrare la riflessione sulla musica e non sull’interpretazione, rendendo tale riflessione infinitamente profonda.

Vi aspettiamo!
Gli Amici della Musica HvK

sabato 28 gennaio ore 20.30
Casa della Musica
Gustav Mahler

Symphonie no.9

Gustav Mahler Jugendorchester
Claudio Abbado, direttore
Auditorium Parco della Musica, Roma, 2004

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

CONCERTO DI NATALE
La musica racconta il Natale!

Cari Amici,
MARTEDI’ 20 DICEMBRE ALLE 21 ci terremmo ad avervi con noi al CIRCOLO CULTURALE PRO DESIO (via Garibaldi, 81, Desio) per ascoltare LA MUSICA RACCONTA IL NATALE: una raccolta di piacevoli brani classici. Ognuno dei quali è capace di declinare la festa più attesa dell’anno cogliendone un aspetto diverso: la serenità, la gioia, la nostalgia, lo sperdimento, la bontà, l’abbandono, l’intimità.

Tutto questo e molto altro potrete ascoltare in un concerto che abbina video proiezioni con grandi interpreti alla freschezza della musica dal vivo: la musica sacra e l’opera dell’ottocento, la danza e la musica sinfonica. Con un unico denominatore comune: il Natale.

A intrattenerci saranno tre bravi artisti: Daniele Caputo, baritono, Alberto Gaetano, flautista e Fabio Tranchida, nelle vesti di pianista e narratore

Un concerto per preparare l’anima e lo spirito al Natale che arriva!!
Gli Amici della Musica HvK

martedì 20 dicembre 2016 ore 21
Circolo Culturale Pro Desio
via Garibaldi, 81 Desio

Concerto di Natale
“La Musica racconta il Natale”

musiche di Vivaldi, Massenet, Wagner, Puccini
Alberto Gaetano, Flauto
Daniele Caputo, Baritono
Fabio Tranchida, Piano e Narratore
Amici della Musica HvK, organizzazione e video

Programma di Sala Concerto di Natale

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail

EVENTO SPECIALE
STRADIVARI “LE NOIR”
un violino leggendario dal vivo!

noir2

Cari Amici,
domenica 4 dicembre alle 15.30 (con replica alle 17.30) (Circolo Culturale Pro Desio (via Garibaldi, 81, Desio) vi invitiamo a un evento straordinario e unico: avrete la possibilità di ascoltare dal vivo il suono magico, unico e inconfondibile dello STRADIVARI “LE NOIR”: uno dei più famosi e pregiati violini Stradivari di tutti i tempi.

UN VIOLINO LEGGENDARIO – Costruito dal grande liutista di Cremona Antonio Stradivari (1644-1737) nel 1721, il violino è appartenuto al celebre violinista Jean-Marie Leclair (1697-1764). Misantropo e ipocondriaco,venne ucciso con una pugnalata nella schiena, nel 1764, da un sicario rimasto ignoto. Il corpo del musicista fu ritrovato dopo circa due mesi dall’evento. Prima di morire Leclair si era trascinato verso lo strumento afferrandolo con forza: il violino rimase stretto nelle sue mani per questo lungo periodo, tanto che rimasero indelebili due macchie nere (la foto mostra quella lasciata dalla mano sinistra). E’ a seguito di tale evento che lo strumento è stato denominato Le violon noir. Nessun tentativo di restauro è mai riuscito a cancellare tali macchie, rimaste indelebili.

GUIDO RIMONDA, EREDE DI LE CLAIR DAL VIVO A DESIO – Il violino, dal suono fantastico e emozionante, nel corso dei secoli è passato a numerosi musicisti, fino ad arrivare alcuni anni fa a Guido Rimonda, uno dei migliori violinisti italiani, che lo ha ottenuto in dono dai facoltosi proprietari. Sarà possibile ascoltare dal vivo, a Desio, il suono unico di questo strumento, in un concerto dal vivo con Guido Rimonda (violino) e Cristina Canziani (pianoforte).

PAGANINI, VIOTTI E TARTINI IN UN CONCERTO NOIR – Sarà possibile ascoltare un concerto ricco di brani famosi come “Il Trillo del diavolo” di Niccolò Paganini (1782-1840), o “Meditazione in preghiera” di Giovanni Battista Viotti (1755-1824). Un brano così commovente che si dice abbia cancellato una condanna al patibolo già scritta. Viotti tra l’altro è probabilmente l’autore della Marsigliese: l’inno di Francia. E ancora di Paganini “Le Streghe” e il Capriccio ‘La risata del diavolo’, il “Concerto lugubre” di Luigi Giannella (1778-1817) e la “Sonata del diavolo” di Giuseppe Tartini (1692-1770). E infine una riduzione per pianoforte solo della “Danza degli spiriti beati” di Christoph Willibald Gluck (1714-1787). Tra un brano e l’altro, in un’atmosfera a metà tra magia e mistero, Guido Rimonda racconterà l’affascinante storia di uno strumento unico, scampato a guerre e rivoluzioni, e passato tra le mani dei più affascinanti violinisti, fino a noi.

COME PARTECIPARE – Per partecipare a questo evento musicale è OBBLIGATORIO effettuare la prenotazione del proprio posto scrivendo una mail (marco.mologni@gmail.com) oppure con una telefonata (339-1352286). I posti sono limitati. C’è anche la possibilità di prenotare i Cd Decca di Guido Rimonda. Chi compra il cd avrà la possibilità di incontrare il Maestro e farsi autografare i propri cd.

Vi aspettiamo a questo grande momento musicale!!
Gli Amici della Musica HvK

Facebooktwittergoogle_pluspinterestlinkedinmail