Danza e Letteratura. Virginia Woolf in punta di Danza

Cari Amici,

sabato 5 ottobre alle 21 alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio) vi proponiamo uno straordinario ritratto in danza di una delle scrittrici più eclettiche del Novecento: Virginia Woolf. Proietteremo in HD (Alta Definizione) di suono e immagine il trittico Woolf Works del pluripremiato coreografo inglese Wayne McGregor. Rappresentato per la prima volta nel 2015 dal Royal Ballet alla Royal Opera House di Londra e appena ripreso al Teatro alla Scala di Milano, il balletto è proposto nel magnifico video registrato al Covent Garden di Londra nel 2017.

Minimalismo

Lo spettacolo che ha portato McGregor a vincere il “Critics’ Circle Award” come migliore coreografia classica e il suo secondo Olivier Award come “Best New Dance Production” si avvale della partitura originale di Max Richter, allievo minimalista di Philip Glass che incorpora musica elettronica e musica dal vivo. A dirigere l’Orchestra della Royal Opera House è Koen Kessels.

Grande danza

Protagonisti nel ruolo di Virginia Wooolf che nel 2016 gli è valso il suo secondo Olivier Award for “Outstanding Achievement in Dance” – e il principal dancer del Royal Ballet. Accanto a loro i primi ballerini della compagnia londinese, fra cui Sarah Lamb, Natalia Osipova, Akane Takada, Francesca Hayward, Steven McRae e Edward Watson.

Vita e romanzi di Virginia Woolf

Ispirato a tre capolavori letterari di Virginia Woolf come La signora Dalloway, Orlando e Le onde, ma anche a lettere, saggi e diari, Woolf Works illustra il mondo di “granito e arcobaleno” della scrittrice, dove gli esseri umani sono al tempo stesso corpi fisici ed essenza incontenibile. Apre il trittico I know, I then (da La signora Dalloway), un viaggio emozionale che restituisce attraverso il movimento il fluire degli stati d’animo. Segue Becomings (da Orlando), che riporta in vita il personaggio che attraversa tre secoli senza mai invecchiare e in costante mutazione fra maschile e femminile. Infine, Tuesday fonde temi tratti da Le onde con l’evocazione del suicidio di Virginia Woolf per annegamento. Regia di Ross MacGibbon.

Emozioni extra-sensoriali

Un allestimento emozionante e coinvolgente in cui suono e immagini si avvalgono anche di sensazioni tattili ed extrasensoriali.
Gli Amici della Musica HvK

Facebooktwitterpinterestlinkedinmail

Lascia un commento