Celesti Affinità Elettive. Mozart e Cajkovskij con Andris Nelsons

Cari Amici,

sabato 21 maggio alle 21 alla Casa della Musica (via Lampugnani, 80, Desio ingresso gratuito con prenotazione a 339135286 marco.mologni@gmail.com) vi offriremo la possibilità di accostarvi e di conoscere la figura e l’arte di uno dei più giovani e interessanti tra i grandi direttori d’orchestra che si sono consacrati a livello mondiale in questi ultimi anni: Andris Nelsons.

Andris Nelsons

Nato a Riga nel 1978, allievo di Mariss Jansons e Neeme Jarvi, ad appena 44 anni ha già lungamente diretto al Festival di Bayreuth ed è invitato da tutte le migliori orchestre del mondo. E’ direttore musicale di una delle formazioni europee più antiche: il Gewandahaus di Lipsia, un’orchestra in attività dal primo Settecento che fu diretta da Bach e Mendelssohn. Per un soffio non è diventato lui il direttore dei Berliner al posto di Petrenko.

Il programma

Nella sua veste di direttore musicale del Gewandhaus ascolteremo questo originale interprete in due capisaldi del repertorio sinfonico: la Sinfonia numero 40 in sol minore di Wolfgang Amadeus Mozart, e la Sinfonia numero 6 “Pathetique” di Piotr Ilich Cajkovskij. Ascolteremo questi due capolavori cogliendo le assonanze e le affinità che esistono tra questi due compositori, solo in apparenza lontani. Il russo era letteralmente affascinato dall’austriaco e lo considerò sempre un ideale irraggiungibile. Ma anche l’olimpico Mozart a sorpresa può rivelarsi melanconico e sentimentale come il suo grande ammiratore di San Pietroburgo.

Mozart Sinfonia n° 40 in sol minore K550

Nel 1788, a tre anni dalla prematura morte, la situazione di Mozart era sempre più difficile: separato dalla moglie Constanze, sempre più abbandonato da un pubblico che non capiva la portata della sua arte. Pochi incipit nel repertorio sinfonico esprimono la mestizia sommessa e segreta di un uomo che capiva di non fare più parte di questo mondo. “Spesso mi accompagnano pensieri torvi” scrisse a un amico “ pensieri che tento di allontanare con tremendo sforzo”. Pensieri che si trovano in questa turbolenta sinfonia in tonalità minore, l’unica in cui la calma di un superiore equilibrio per una volta cede il passo ad abissi di agonia.

Caikovskij Sinfonia n°6 “Patetique”

La sinfonia più struggente di Piotr Ilich Cajkovskij, il suo canto di addio al mondo, tre mesi prima della sua tragica e misteriosa – oltre che prematura – morte. La scomparsa di Cajkovskij poco dopo averne diretto la prima rappresentazione, come in Mozart, alimentò il sospetto che il compositore avesse scritto un requiem per se stesso. Nel primo movimento ci sono citazioni di una messa ortodossa russa per i defunti ma è nel finale, sempre più rarefatto, che scompare ogni luce, pur continuando ad avere uno struggente amore per la vita, testimoniato, nel primo movimento, nella citazione della romanza del fiore dalla Carmen di Bizet.

Esplorare i grandi classici: un’esperienza dalle emozioni inesauribili.
Vi aspettiamo!
AMICI DELLA MUSICA Herbert von Karajan

CASA DELLA MUSICA !
il luogo delle emozioni
AMICI DELLA MUSICA Herbert von Karajan

Richiesta la prenotazione

Ingresso gratuito con mascherina FFP2. E’ richiesta la prenotazione telefonando al numero 3391352286 o scrivendo a marco.mologni@gmail.com

La Tessera 2022

Vi ricordiamo che è ancora possibile sottoscrivere o rinnovare la tessera 2022 (ordinaria euro 50 all’anno – sostenitore euro 100) agli Amici della Musica Herbert von Karajan. Una tessera che sostiene un progetto di valore, permette di frequentare un gran bel posto come la Casa della Musica (100 eventi musicali all’anno e riduzioni enormi nell’acquisto dei biglietti di musica classica dal vivo).

Facebooktwittermail

Lascia un commento